(274) - Con il concerto PIE GLUE! Massimo Giuntoli si ripropone di offrire
un’interpretazione prettamente musicale dei testi poetici della
beat generation - nella versione originale inglese - che diventano
così canzoni strutturate in partiture marcatamente soggette
all’influenza di compositori americani quali Aaron Copland,
Frank Zappa o Carl Stalling.

Questo l'elenco delle poesie musicate in “PIE GLUE!”

- Diane Di Prima: “More Or Less Love Poems”
- Lawrence Ferlinghetti: “Big Fat Hairy Vision Of Evil”
- Norman Mailer: “The Economy Of Love”
- Robert Creeley: “The Invoice” e “The Wife”
- Gregory Corso: “Marriage”
- Jack Kerouac: “I Clearly Saw”
- Allen Ginsberg: “The Lion for Real”
- Denise Levertov: “Living With A Painting”
- Michael McClure: “Ghost Tantra 51”

A eccezione di "The Lion for Real", di Ginsberg,
pubblicata su "Jukebox all'Idrogeno", (ediz. Mondadori),
le altre compaiono tutte nella raccolta
"Poesia degli ultimi americani" (ediz. Feltrinelli).
Entrambe le raccolte sono a cura di Fernanda Pivano..

Sul palco:
Massimo Giuntoli - piano, tastiere, voce
Clara Zucchetti - vibrafono, percussioni, tastiere, voce

31.03.2012 - William D Drake


hotelbologna - via piave 214 - 30171 mestre venezia - tel 041.931000